29/08/2022 - 15:12

“Ogni giorno una conferma dell’alto livello della classe dirigente di Fratelli d’Italia e della loro considerazione delle donne. Il campione di oggi si chiama Gianni Moscherini ed è consigliere comunale a Cerveteri. Il prode Moscherini non trova niente di meglio da fare che insultare Marianna Madia impegnata in quel territorio per la campagna elettorale. Le parole usate “bambola pechinese” rendono bene l’idea della sua cultura. Che fai Giorgia ti scusi per questa ennesima vergogna?”. Così Cecilia D’Elia, candidata pd a Roma e portavoce della conferenza delle donne democratiche.

29/08/2022 - 15:08

Dichiarazione di Beatrice Lorenzin, deputata Pd

"Non deve stupire che dopo aver fatto cadere il governo Conte , Salvini abbia scelto di far cadere anche Draghi, salvo poi chiedergli di trovare una soluzione per contrastare l'appuntamento del costo dell’energia.
Lo afferma in una nota Beatrice Lorenzin, candidata al collegio senatoriale Veneto 2 che comprende Verona, Vicenza e Padova.

Le aziende italiane dovrebbero chiedersi se la Lega di Salvini abbia la credibilità per governare e quindi dare risposte in una fase così difficile e delicata per il Paese.

"Il Pd ha già messo sul tavolo, a differenza di altri, proposte concrete contro il caro energia: un tetto nazionale al prezzo del gas, la luce sociale per le fasce di reddito basse, lo scorporo del prezzo del gas da quello dell'energia elettrica, il raddoppio del credito d'imposta per le aziende, ma anche investimenti sugli approvvigionamenti per farci tornare ad essere competitivi".

29/08/2022 - 11:10

“Pensano di vincere le elezioni e di tornare a governare l’Italia, ma sono già divisi e non su una bazzecola qualsiasi: lo sono sul tema dello scostamento di bilancio e cioè sulla tenuta delle casse dello Stato e della sua credibilità internazionale. Salvini chiede uno sforamento da 30 miliardi, Tajani nicchia e prende tempo, Meloni frena, tutti e tre però chiedono l’intervento urgente di Draghi. Ciò che lascia l’amaro in bocca è che prima, grazie all’assist di Conte, fanno cadere in piena emergenza energetica proprio l’esecutivo guidato da Draghi e oggi chiedono a quello stesso governo di approvare misure eccezionali per affrontare quell’emergenza di cui negavano l’esistenza e il pericolo per le famiglie e le imprese italiane. Una cosa è certa: sono gli stessi, nonostante il mal riuscito maquillage, che già portarono l’Italia al tracollo economico”.

 

Così il capogruppo Pd in commissione Bilancio alla Camera, Ubaldo Pagano.

29/08/2022 - 10:55

“Scostamento di bilancio? Si, no, forse. Lega, FdI e FI hanno 3 posizioni completamente diverse sul deficit. Sarebbe importante che una colazione che ambisce a governare il Paese chiarisse quale è la sua linea sui conti pubblici. Sono divisi su tutto”. Lo scrive in un tweet la deputata del Pd e candidata a Verona, Alessia Rotta.

29/08/2022 - 10:47

La realtà è sempre più forte delle chiacchere. Mentre l'on Meloni persegue  nel tentativo di accreditare se stessa e l’alleanza che guida all’insegna dell'unita', della responsabilità e della moderazione alle prime curve la macchina sbanda alla grande come è evidente nelle ricette per affrontare la grave crisi prodotta dalla fiammata dei prezzi energetici. Tajani ne ha una, Tremonti un'altra e Salvini chiede a Draghi di pensarci lui. Sono sempre loro, i protagonisti dell'ultimo governo Berlusconi, nel 2011, di cui anche Meloni faceva parte,  che ha condotto il paese sull’orlo del tracollo. Per evitare la bancarotta gli italiani hanno dovuto sopportare anni di sacrifici con gravi ripercussioni sull’economia, sull’occupazione, sui bilanci delle imprese e delle famiglie. Naturalmente la colpa non era della destra che governava ma dell’Europa e delle istituzioni internazionali perché nel loro racconto la responsabilità è sempre da ricercare altrove e non nei propri errori.
Così Debora Serracchiani, capogruppo Pd alla Camera.

29/08/2022 - 10:24

“Meloni sul salario minimo e sul tetto del prezzo dell’energia butta la palla in tribuna, alla faccia del popolo. Un populismo alla rovescia. Dice ‘ni’ e non indica soluzioni perché è condizionata da Confindustria e dalle grandi Aziende energetiche. Per quanto riguarda il tetto del prezzo dell’energia e della scelta a favore delle rinnovabili, che è la cosa più urgente da affrontare, è evidente che ci troviamo una situazikne di ‘transizione nella transizione’. Occorrono i rigassificarori come misura si emergenza ma senza mollare sulle rinnovabili. Così come occorre una decisone rapida sul tetto dei prezzi a livello nazionale in attesa che l’Europa assuma misure efficaci di calmieramento altrettanto rapide”. Così in una nota il vicepresidente del gruppo Pd alla Camera, Roberto Morassut.

“La Destra - continua Morassut- su queste grandi scelte non ha una linea e traccheggia. I moderati e Calenda paradossalmente assumono posizioni ideologiche e ben poco pragmatiche mente il ‘riformismo’ impone un altro metodo”.

28/08/2022 - 18:45

Dichiarazione on. Debora Serracchiani
Capogruppo Pd

A destra s’è aperta una gara a chi la spara più grossa. Uno, Salvini, vuole la reintroduzione del servizio militare. L’altro, Berlusconi, si vanta di aver abolito il servizio militare. L’altra ancora, Meloni, a cui Salvini e Berlusconi hanno deciso di consegnarsi quando hanno affondato il governo Draghi, vuole portare in guerra l’Italia contro i disperati che fuggono da guerre, violenza, stupri, fame. Qualcuno dovrebbe spiegare alla destra che la campagna elettorale è una cosa seria, che gli italiani meritano rispetto, che non riusciranno a trasformare l’Italia in un Paese da operetta irriso e ridicolizzato nel mondo. Serietà, responsabilità, concretezza, attenzione vera ai problemi ed ai bisogni delle persone, soprattutto quelle più fragili ed in difficoltà, sono nelle proposte del Pd e del centrosinistra.
Così Debora Serrracchiani, capogruppo Pd alla Camera

 

28/08/2022 - 16:55

Dichiarazione di Enrico Borghi ,deputato Pd e  responsabile politiche della sicurezza del Pd

“Le questioni relative alla nostra difesa e sicurezza nazionale sono estremamente delicate, ed estremamente serie. Non dovrebbero essere gettate nel calderone di una campagna elettorale giocata a destra sulla logica degli imbonitori, del chi offre di più. In queste ore abbiamo assistito all’incredibile minuetto sul servizio militare, tra Berlusconi che si vanta di aver abolito la coscrizione obbligatoria quando in realtà ha solo dato attuazione alla riforma del centrosinistra, e Salvini che propone il ritorno alla leva obbligatoria. Una contraddizione profonda, su un tema molto delicato in questo momento storico che richiede serietà e responsabilità. Il tutto mentre la Meloni rilancia l’idea del blocco navale nel Mediterraneo, cosa tecnicamente e istituzionale impraticabile. Tutto questo da la cifra di una destra che su questi temi delicatissimi mostra un grado di immaturità e di pressappochismo che un paese come l’Italia non si può e non si deve permettere. “
Lo ha dichiarato l’on. Enrico Borghi, responsabile politiche della sicurezza del Partito Democratico, intervento in un evento elettorale alla Festa dell’Unita’ di Grignasco (Novara)

28/08/2022 - 16:50

Tweet dì Debora Serracchiani, capogruppo Pd
Solo mogli, madri e possibilmente ignoranti. Le donne che studiano, lavorano, danno il loro contributo alla società, spaventano Orban, amico e modello per Meloni e Salvini.
In Italia #Scegli un altro destino per tutte.
#25settembrevotoPD

Lo ha scritto su Twitter Debora Serracchiani, Capogruppo Pd alla Camera dei Deputati.

28/08/2022 - 16:45

Dichiarazione on. Beatrice Lorenzin, deputata Pd

"I dati diffusi ieri dalla Fondazione Nord Est sul Pil pro capite delle regioni italiane fotografano una realtà amara per la produttività e il pil italiano.
Mentre in Europa il pil pro capite medio è cresciuto del 33,5%, in Italia, in media, non ha superato il 10%.
Le nostre regioni faticano a tenere il passo, con il risultato che persino le aree del Nord Est, storicamente locomotiva del Paese, viaggiano a rilento. Si tratta di numeri sui quali il Partito Democratico intende intervenire con un piano di rilancio affinché i 200 miliardi d’investimenti del PNRR non vadano persi, un’occasione per ammodernare l’Italia e renderci competitivi che difficilmente si ripresenterà .
Lo afferma in una nota Beatrice Lorenzin, candidata al collegio senatoriale Veneto 2 che comprende Verona, Vicenza e Padova.

"Negli ultimi cinque anni il Partito Democratico ha proposto investimenti sull'impresa, sull'energia, sostenendo tutte le filiere produttive, sulla scuola, sulla salute, sulla ricerca, sul taglio del cuneo fiscale, sul contrasto all'inflazione e non da ultimo abbiamo lanciato misure concrete per contenere la crisi energetica, come il tetto nazionale al prezzo del gas, la luce sociale per le fasce di reddito basse, lo scorporo del prezzo del gas da quello dell'energia elettrica, il raddoppio del credito d'imposta per le aziende, ma anche investimenti sugli approvvigionamenti. Solo così l'Italia potrà tornare ad essere competitiva".

"Il Rapporto evidenzia che anche in una regione come il Veneto, il pil procapite è cresciuto appena del 4,6%. Il Veneto puó e deve tornare ad essere la locomotiva d'Italia. Una Regione che insieme a tutto il Nord Est ha sempre rappresentato il fiore all'occhiello dell'industria e del made in Italy ma che negli ultimi anni, complice anche la crisi economica, ha rallentato in maniera preoccupante la propria corsa".

28/08/2022 - 16:43

 Tutta la mia solidarietà al Pd di Parma. Ha ragione Enrico Letta: non ci faremo intimidire. Atti come questo dimostrano che è il Pd il nemico di chi minaccia le istituzioni democratiche. È nostra responsabilità verso il Paese difendere i valori costituzionali.

Lo ha scritto su Twitter Andrea De Maria, deputato Pd e Segretario della Presidenza della Camera dei Deputati.

28/08/2022 - 14:45

Dichiarazione on. Davide Gariglio, deputato Pd

"Gli assalti e le minacce ai cantieri Tav non possono essere  tollerati. Queste azioni vandaliche continuano a creare problemi ai cittadini, pericoli alle Forze dell'Ordine e ritardi alla realizzazione dell'opera": è quanto dichiara Davide Gariglio, capogruppo Pd in Commissione Trasporti di Montecitorio e candidato alle elezioni politiche nel Collegio di Collegno, sul nuovo raid nella Val di Susa.
"È palese che la crisi di governo abbia rivitalizzato in questi mesi estivi le frange violente che si oppongono all'opera, ma è altrettanto necessaria una risposta forte e rapida da parte dello Stato" : conclude Davide Gariglio.

28/08/2022 - 12:50

Dichiarazione di Alessia Rotta, deputata Pd
“L’appello dei governatori leghisti è lunare e una presa in giro nei confronti di migliaia di famiglie e imprese che stanno affrontando questo drammatico momento.

Se la crisi, come è del tutto evidente, è molto seria e “la Lega lo denuncia da tempo”, qualcuno di loro dovrebbe avere il coraggio di spiegare le ragioni per cui hanno fatto cadere un governo forte e autorevole nel mezzo della peggiore crisi dal dopoguerra. Mentre noi lavoravano per predisporre misure di sostegno per le attività produttive, i lavoratori e le imprese, loro pensavano a come dividersi i seggi.

Viene da pensare che il tornaconto elettorale fosse molto più importante anche per i “responsabili” governatori leghisti degli interessi nazionali.

Chiedo a Zaia, in particolare, come mai -nei giorni della irresponsabile crisi di governo- la sua voce non si sia sentita. Eppure i problemi erano gli stessi di oggi”. Lo dichiara Alessia Rotta, deputata Pd e candidata a Verona, in merito all’appello dei governatori leghisti a governo e parlamento a fare presto.

27/08/2022 - 19:44

Dichiarazione di Alessia Rotta, deputata Pd

“Le idee geniali della Lega. Il capo del dipartimento sport Mastrangelo,  sostiene che si possono tagliare fondi alla salute "che sono tantissimi" per darli allo sport. Ma in che mondo vive? Servono più investimenti in sanità pubblica. Ma di che ci stupiamo: la Lega è quella che per fare la Flat Tax che abbassa le tasse solo ai ricchi, è pronta a tagliare servizi pubblici essenziali come scuola e sanità”. Lo scrive su Facebook la deputata del pd, candidata a Verona, Alessia Rotta.

27/08/2022 - 18:44

Dichiarazione on. Beatrice Lorenzin, deputata Pd

“Il capo del dipartimento dello sport della Lega dice che i fondi alla sanità sono 'tantissimi' e per questo possono essere tagliati a favore dello sport.

La posizione della Lega è togliere risorse al fondo sanitario nazionale per darne un pezzetto allo sport, un altro a qualcos’altro ed ecco che la sanità torna ad essere la Cenerentola dell’agenda politica italiana, fino alla prossima emergenza!”.

Lo dichiara in una nota la deputata del Pd Beatrice Lorenzin che spiega:

“Il Pd vuole, invece, far crescere gradualmente il fondo sanitario per rispondere alle esigenze di salute di una popolazione sempre più anziana, assumere e formare il personale sanitario, diminuire le liste d’attesa, risolvere l’emergenza della carenza dei medici di famiglia e della rete d’urgenza, potenziare le nostre reti ospedaliere e territoriali e investire su innovazione e ricerca.
Non dimentichiamo con un colpo di spugna la drammatica lezione del Covid!”, conclude l'ex Ministro della salute.

Pagine