Ue: Bonafè, Meloni rassicuri Bruxelles e utilizzi via aperta da Draghi

  • 03/11/2022

“Meloni va a Bruxelles come leader del governo italiano, cioè di un Paese che ha sempre mantenuto una linea europeista e da fondatore dell’Europa, oppure come leader del Partito dei conservatori, che urlava dai palchi come quello di Vox che in Ue era ‘finita la pacchia’? Mi auguro che ci vada con lo spirito di voler rassicurare le cancellerie europee. Poi si tratterà di capire che cosa sarà in grado di portare a casa.

Agricoltura: Dal Moro, Salvini mente, nessuna etichettatura da Bruxelles contro prodotti italiani

  • 04/12/2019

“La frequenza con cui Salvini intossica il dibattito politico con fakenews sta raggiungendo livelli di guardia. Dopo il Mes, è ripartito all’attacco dell’Europa sostenendo, falsamente, che Bruxelles voglia far approvare un’etichetta alimentare cosiddetta ‘a semaforo’ che penalizzerebbe i prodotti agroalimentari italiani. Nulla di più falso, al contrario stiamo assistendo ad una proliferazione di diversi sistemi di etichettatura nutrizionale nei paesi membri.

Manovra: Rosato, Scritta da Bruxelles, pagheremo incompetenza e superbia

  • 19/12/2018

Hanno giocato con i numeri e si sono fatti riscrivere la manovra a Bruxelles.
Ora quota 100 sarà per pochi e con molti tagli e il reddito di cittadinanza partirà chissà quando con cifre ridicole. Intanto spuntano tagli, tasse e vendita di beni dello stato.
Hanno preso in giro gli italiani, e ora pagheremo tutti, anzi abbiamo già iniziato con i mesi di spread alle stelle, la loro incompetenza e superbia.

Lo ha scritto su Facebook il Vice Presidente della Camera, Ettore Rosato.

Industria: Benamati, dati Istat positivi, stop proposte Bce su credito

  • 10/10/2017

“Ci troviamo ancora una volta in presenza di dati Istat positivi che confermano la consistenza di una ripresa che va di giorno in giorno rafforzandosi. Adesso occorre continuare sia a Roma che a Bruxelles sulla strada delle misure per la crescita. Da questo punto di vista sono importanti le notizie che giungono dal Parlamento europeo, sollecitate anche dal Pd, di attenzione e freno alle proposte di intervento sul credito avanzate dalla Bce. Non interrompiamo in nome di astratte teorie una fase propulsiva della nostra economia reale”.