Ucraina: Graziano, su aiuti Ue Meloni prende le distanze da Orban?n

  • 27/06/2023

“Il premier ungherese Orban ritiene inaccettabile la proposta della commissione europea di concedere 50 miliardi di euro di aiuti aggiuntivi all’Ucraina. A noi sembra inaccettabile il commento del premier ungherese. E la presidente Meloni cosa ne pensa? Resta al fianco dell’amico alleato Orban o prende le distanze?”. Lo dichiara Stefano Graziano, capogruppo Pd in commissione Difesa di Montecitorio.

Fisco: Provenzano, vogliono spaccare il paese

  • 17/03/2023

Tweet di Peppe Provenzano, Vicepresidente gruppo Pd Camera

Resta solo da capire se il modello di Stato sociale che ha in mente #Meloni per l’Italia sia quello bielorusso o, per non stupirci troppo, il modello ungherese del suo caro #Orban.

Non vogliono solo spaccare il Paese, con l’autonomia differenziata. Vogliono proprio smantellarlo

Ucraina: Provenzano da terzo polo bugie e ricostruzioni surreali

  • 10/01/2023

“Dal Terzo polo bugie e ricostruzioni surreali. Il Pd ha votato in modo compatto la propria risoluzione che conferma il pieno sostegno e l’impegno italiano al popolo e alle istituzioni ucraine, ma che chiede un più incisivo e urgente impegno diplomatico per una pace giusta e sicura. E la nostra risoluzione è stata approvata. Ci siamo invece astenuti sulla risoluzione del Governo, perché non credibile sugli impegni diplomatici, su cui Crosetto è stato elusivo, e manchevole della condanna ai veti di Orban.

Elezioni: Serracchiani, Meloni con Orban e Vox. Giù maschera moderata

  • 20/09/2022

Leader moderata? La maschera è caduta. Accusa l'Europa, difende il regime illiberale di Orban e sostiene l'estrema destra spagnola. Ecco Giorgia Meloni. Ecco la posta in gioco.

Lo scrive su Twitter Debora Serracchiani Capogruppo Pd alla Camera commentando le parole della leader di Fdi alla stampa spagnola.

Elezioni: De Luca, con ritorno a Vox finisce finta moderazione Meloni

  • 20/09/2022

“Finisce la finta moderazione di Meloni, che torna alle origini sostenendo Vox, i nostalgici franchisti, nemici dell’UE. Il tutto mentre Salvini riceve gli auguri da Le Pen. Ecco i veri rischi per l'Italia: un Paese isolato, che guarda al passato, sulla scia del modello Orban”.

Così il vicepresidente dei deputati Pd, Piero De Luca, su Twitter.

Elezioni: P. De Luca, Meloni su Orban getta la maschera

  • 16/09/2022

“Senza parole. Solo così si può commentare la strenua difesa d'ufficio di Orban da parte della Meloni, dopo il voto contrario di ieri di Lega e FdI. Una difesa che svela il vero volto di una destra pericolosa. Del resto il rapporto del Parlamento europeo parla chiaro: l’Ungheria non può essere più considerata pienamente una democrazia.

Elezioni: Serracchiani, le donne che pensano spaventano Orban, amico e modello per le destra italiana

  • 28/08/2022

Tweet dì Debora Serracchiani, capogruppo Pd
Solo mogli, madri e possibilmente ignoranti. Le donne che studiano, lavorano, danno il loro contributo alla società, spaventano Orban, amico e modello per Meloni e Salvini.
In Italia #Scegli un altro destino per tutte.
#25settembrevotoPD

Lo ha scritto su Twitter Debora Serracchiani, Capogruppo Pd alla Camera dei Deputati.

Elezioni: Piero De Luca a Salvini, importare modello Orban? No grazie

  • 25/08/2022

“Ambiguità sui rapporti con la Russia, veto alla tassa minima globale sulle multinazionali, rischi per l’informazione, limitazioni alla libertà di insegnamento, restrizioni di diritti fondamentali, rischio blocco fondi europei per attivazione del meccanismo di condizionalità sullo stato di diritto. Questo è il modello Orban da importare cui si riferisce Salvini? No grazie. Noi siamo dall'altra parte. Il 25 settembre la scelta tra le proposte in campo è netta”. Lo dichiara il vice capogruppo dem a Montecitorio Piero De Luca, candidato del Pd alla Camera in Campania.

Elezioni: Lepri, assegno unico molto meglio delle leggi Orban

  • 25/08/2022

“Orban ha fatto leggi per tenere le donne a casa, pensate come angelo del focolare. Piace a Salvini, che oggi lo elogia in un’intervista a La Stampa. A noi invece non piace, e abbiamo fatto altro. Su iniziativa del PD, in questa legislatura abbiamo realizzato una riforma epocale, l’Assegno unico e universale per i figli. Che non disincentiva il lavoro femminile, anzi lo premia. Che sostiene i genitori in base al numero di figli, non del loro stato civile. Che non guarda più se lavori o meno e se sei dipendente o autonomo. Che non disincentiva più, anzi, chi di figli ne fa diversi.

Pagine