Governo: M. Di Maio, con Gentiloni Italia torna credibile

  • 05/09/2019

“Nemmeno un mese fa, l’Italia avrebbe nominato come proprio rappresentante nella Commissione europea un sovranista e anti-Euro. Oggi, invece, sceglie un grande europeista apprezzato a livello internazionale come Paolo Gentiloni”. Lo scrive su Facebook Marco Di Maio, deputato del Partito democratico.

“Una bella notizia per l’Italia, che finalmente torna al sedersi ai tavoli con credibilità e rispetto”, conclude.

Ue: De Maria, governo diviso su nomine aggrava isolamento

  • 09/07/2019

“Le dichiarazioni del ministro degli Esteri Moavero sono davvero singolari. Non solo l’isolamento italiano in Europa è evidente ma, nello specifico della nomina del Commissario italiano, il nostro Governo segnala un grave ritardo. Siamo l’unico degli Stati dell’Unione a non avere ancora indicato il nome proposto. Le divisioni della maggioranza fra Lega e 5 Stelle, che non riescono a individuare un nome condiviso, stanno facendo danno anche in questo caso e rischiano di mettere in discussione ulteriormente il ruolo dell’Italia in Europa.

Conti Pubblici: Rosato, Non è procedura ma tagli e sacrifici

  • 04/07/2019

"Non è ancora una procedura d’infrazione, ma certo l'Europa - dove non contiamo più nulla come dimostra la vicenda delle nomine - ha di fatto imposto una manovra correttiva della legge di bilancio. Salvini e Di Maio non vogliono chiamarla così, ma tagli e utilizzo di risparmi cambiano i conti. Sono i soldi che Di Maio aveva promesso alle famiglie, con tanto di post il giorno della festa della mamma. Ma eravamo in campagna elettorale. Ora l’unica cosa certa sono tagli e sacrifici".

Lo ha scritto su Facebook il Vice Presidente della Camera, Ettore Rosato.

UE: Delrio, E’ Salvini che non crede nell’Europa a dare la linea al governo

  • 19/06/2019

L’Italia ha sempre creduto nell’Europa e l’Europa ha sempre creduto nell’Italia. Ma il governo di Salvini, che non vuole più Europa, si presenta a Bruxelles senza una voce sola, senza idee e senza alleanze. L’intervento in aula del presidente Conte ha mostrato con chiarezza lo stato delle cose. Questo governo isola e indebolisce l'Italia.
Lo ha dichiarato il capogruppo democratico alla Camera Graziano Delrio

Spread: Rotta, sovranisti italiani vogliono sfasciare tutto

  • 28/05/2019

“I mercati non abboccano e lo #spread vola a 290 ma ai sovranisti di casa nostra poco importa. Vogliono sfasciare tutto e oggi si sentono legittimati a farlo dal voto popolare. Non hanno alleati in Europa per cambiare le regole e minacciano scelte suicide. Saranno mesi difficili”.

Lo scrive su Twitter Alessia Rotta, vicepresidente vicaria dei deputati del Partito Democratico.

Europee. Delrio: con Pd Italia più forte in un’Europa più forte

  • 23/05/2019

“Lega e Cinquestelle con il loro sovranismo parolaio hanno indebolito l’Italia allontanandola dai paesi fondatori dell’Unione. I loro alleati hanno l’obiettivo dichiarato di rendere l’Europa più fragile e di smantellare quel patrimonio di integrazione che nei decenni ha assicurato pace, crescita, benessere. Con Salvini e Di Maio si va verso un’Italia più debole in un’Europa più debole. Il Pd è l’unica garanzia di un’Italia più forte in un’Unione che sappia rinnovarsi, superare errori e ostacoli, accrescere la sua forza per affrontare le sfide globali”.

Delrio: Noi per Europa più unita, giusta, forte. Per Salvini e destre stop a casa comune

  • 21/05/2019

Come è stato chiaro alla manifestazione di Milano, Salvini ed i partiti delle destre nazionaliste e xenofobe suoi alleati vogliono un’Europa divisa, debole, distratta sui diritti, senza voce sulle grandi questioni che interpellano il mondo. La retorica sovranista nasconde l’obiettivo di cancellare del tutto l’Europa unita e mettere la parola fine al disegno della casa comune.

Ue: De Luca, infrazioni a quota 71, record incapacità governo

  • 09/05/2019

“In un affollato question time in commissione Politiche europee emerge il disastro del governo del fallimento. Con gli esecutivi a guida Pd le procedure d’infrazione sono calate da 119 a 59. In 11 mesi, grazie a Lega-M5s, le procedure sono risalite a 71. Un record di incapacità”.

Così Piero De Luca, capogruppo Dem in commissione politiche europee, in un tweet con cui commenta la risposta del governo in commissione all’interrogazione parlamentare Dem a firma De Luca, Boschi, Berlinghieri, Rotta, Sensi, Giachetti, Mauri, Raciti.

Pagine