Governo: Morassut, occupazioni vanno affrontate caso per caso

  • 02/11/2022

“Nel 2006 sostenni e partecipai all’occupazione dell’ex Teatro Gerini nella borgata di Ponte Mammolo da parte di un gruppo di associazioni che volevano impedirne la demolizione da parte dei Salesiani, intenzionati a realizzarvi un supermercato. Rimasi una notte con i ragazzi a discutere e a dormire. Dopo di allora giungemmo a una mediazione che salvò il Teatro e ridusse l’area del supermercato al solo campo sportivo attiguo, che purtroppo andò perduto.

Rave: Serracchiani, norma anti rave va ritirata

  • 01/11/2022

"L’inflazione al 12%, povertà e disuguaglianze in aumento, bollette alle stelle, ma la priorità del governo Meloni è l’introduzione di una norma che limita la libertà di riunione e che nulla c’entra con i rave, per i quali le norme già esistono e vanno applicate. Il nuovo reato è un obbrobrio giuridico ed è lesivo dei principi costituzionali, a cominciare dallo strumento del decreto legge. Per di più la fattispecie è così generica da poter essere applicata a qualsiasi mobilitazione dei cittadini e la pena è così elevata da consentire il ricorso alle intercettazioni.

Rave: Manzi, ordine e tolleranza zero valgono solo per pochi

  • 01/11/2022

  “Per la destra ordine e tolleranza zero valgono solo per pochi: sicuramente per gli incontri non autorizzati con più di 50 persone, ma non per Predappio o in curva. Eppure sono tutti reati, ma si decide di intervenire solo in alcuni casi e in modo sproporzionato. Perché?” Lo scrive su Twitter la deputata del Pd, Irene Manzi

Rave: Malavasi, lascia ampio spazio per interventi repressivi

  • 01/11/2022

“È un provvedimento “identitario”, che sfrutta l’occasione per mettere in chiaro come funzioneranno le cose da qui in avanti per chi esprime dissenso. La voce “pericolo per l’ordine pubblico” significa tutto e niente. Serve chiarezza. Bene tutelare beni e garantire ordine pubblico. Ma a quali raduni si riferisce? Chi decide cosa è pericoloso? Un rave o un raduno di camicie nere che insultano la nostra Costituzione? Temo ci sia ampio spazio di manovra per interventi repressivi”.
Lo scrive in un post su Facebook, la deputata del Pd, Ilenia Malavasi

Covid: De Luca, misure governo ideologiche e pericolose

  • 31/10/2022

“Le prime misure ipotizzate dal Governo sul Covid sono ideologiche, antiscientifiche e pericolose. Non possiamo abbassare la guardia. Il virus è ancora pericoloso. Le proposte negazioniste su mascherine e vaccini creeranno solo tensione e rischi per la salute ai nostri cittadini”.

Così il vice capogruppo del Pd alla Camera, Piero De Luca.

Governo: Fornaro, aumento tetto ai contanti misura sbagliata e inutile

  • 27/10/2022

“In questa campagna elettorale ci siamo confrontati tante volte con la dura realtà di chi fa fatica ad arrivare a fine mese ed è in enormi difficoltà nel pagare le bollette. Nessuno che abbia chiesto di aumentare il tetto del contante a 10.000 euro, una cifra che milioni di pensionati non riescono a mettere insieme in un anno intero. La destra ancora una volta dimostra di illudere quello che definisce il popolo e alla prima occasione annuncia una misura che guarda ad altri e non risolve i problemi di chi è in difficoltà.

Governo: Morassut, riforma Roma Capitale non sia iniziativa di parte

  • 25/10/2022

“È positivo che Giorgia Meloni abbia richiamato i poteri e le risorse per Roma Capitale tra le priorità della nuova stagione politica. Un’efficace riforma dell’ordinamento della Capitale comporta il riconoscimento di poteri legislativi e quindi una riforma costituzionale, in quanto tale è quindi un tema che spetta al Parlamento. L’intesa ampia tra tutte le forze raggiunta in Commissione Affari Costituzionali e ormai prossima all’approvazione della Camera poco prima della caduta del Governo Draghi deve essere il punto di ripartenza. Per questo ho già ripresentato una proposta parlamentare.

Governo: Manzi, discorso deludente e ideologico, opposizione intransigente

  • 25/10/2022

“Un discorso deludente, propagandistico, molto identitario in cui si è tentato di riscrivere la storia: nel 2011 -va detto chiaro e forte- fu il governo Berlusconi, di cui Meloni faceva parte, a portare l’Italia a un passo dalla bancarotta. Ci sono voluti 10 anni per risolvere problemi creati da loro. Un discorso ideologico dove sono assenti proposte per lotta alle disuguaglianze, transizione ecologica, pari opportunità e diritti.

Governo: Graziano, discorso Meloni identitario e demagogico, critica Draghi ma fa governo con Tajani e Salvini

  • 25/10/2022

“Un discorso molto identitario e demagogico. L’aspettiamo alla prova dei fatti per capire dove saranno trovate le risorse per realizzare tutte le cose che ha promesso. Sul piano politico ha confermato che la sua maggioranza è frutto di un cartello elettorale: ha criticato gli ultimi governi mentre al suo fianco c’erano Salvini e Tajani che hanno sostenuto l’esecutivo Draghi. Noi faremo un’opposizione seria ma intransigente, soprattutto sui temi di fondo, a partire dal Mezzogiorno che a quanto pare non è tra le priorità del nuovo governo”.

Meloni: P. De Luca, tanta retorica e nessuna concretezza

  • 25/10/2022

"Un discorso deludente, pieno di retorica e propaganda quello fatto da #Meloni alla Camera. Nessuna concretezza su misure per famiglie e imprese. Pattinamento su Pnrr, Europa, Sud e diritti. Si conferma l'esigenza di un'opposizione decisa, legata alle esigenze reali del Paese". Lo scrive su Twitter il deputato del PD Piero De Luca.

Pagine