Caso Facci: Ruotolo-Graziano, credibilità del servizio pubblico va oltre contratto a Facci

  • 11/07/2023

“Ci rivolgiamo alle consigliere e ai consiglieri d’amministrazione della Rai che si riuniscono questa mattina, alla Presidente, all’amministratore delegato di viale Mazzini: per il bene del servizio pubblico l’editorialista di Libero, Filippo Facci, non può condurre un programma su Rai Due. Per aver colpevolizzato una donna che ha denunciato di essere stata violentata ma anche per il suo curriculum pieno di inciampi ed esternazioni sessiste.

Berlusconi: Berruto, tenere fuori lo sport da agghiacciante umorismo

  • 14/12/2022

Dichiarazione di Mauro Berruto, deputato Pd e responsabile sport del Partito Democratico

Se il Senatore Berlusconi è ormai vittima del suo stesso personaggio, tuttavia -e per l’ennesima volta- le vittime vere solo le donne, ancora una volta utilizzare ed esibite come un trofeo di caccia. In qualità di responsabile sport del Partito Democratico invito il Senatore Berlusconi e tutti coloro che lo hanno applaudito in quel contesto, a tenere fuori lo sport da questo umorismo che non solo non fa ridere, ma è agghiacciante.

Sessismo: Fiano, vignetta contro Ravetto fa vomitare

  • 20/11/2020

La vignetta apparsa contro Laura #Ravetto, perché ha lasciato Forza Italia per la Lega, mi fa vomitare, è volgare, sessista e indice di un cervello totalmente privo di materia dentro la scatola cranica. Vedo che l’ha cancellata l’autore, ma non si cancella in me la certezza che quando si tratta di criticare una donna politica per le sue scelte, ancora troppe volte si usa lo sfregio sessuale, cosa che non succede mai per gli uomini. Nei tre che hanno lasciato Forza  Italia c’è un uomo. Ovviamente su di lui nessuna allusione sessuale.

Sessismo: Pezzopane, solidarietà a Marcozzi, la destra ci ricasca

  • 03/11/2020

“Voglio esprimere tutta la mia solidarietà e vicinanza a Sara Marcozzi, capogruppo dei Cinquestelle nel consiglio regionale abruzzese, vittima di frasi sessiste da parte di Guerino Testa capogruppo di Fratelli d’Italia. Di nuovo la destra mostra disprezzo verso le donne. Di nuovo sessismo e misoginia spuntano dalle bocche di politici di centrodestra”.

Lo dichiara Stefania Pezzopane, deputata abruzzese e componente dell'Ufficio di Presidenza del Gruppo Pd.

Docente offende Schlein: Boldrini, perchè Gervasoni insegna in università pubblica?

  • 07/09/2020

“La mia piena solidarietà a Elly Schlein, donna libera e competente.

Com’è possibile che in un’università pubblica si metta in cattedra un personaggio omofobo e sessista come Marco Gervasoni, che non sa esprimersi senza insultare?”. Lo scrive su Facebook la deputata dem Laura Boldrini rispondendo al commento misogino e sessista su Twitter del docente di storia contemporanea all’Università degli studi del Molise, contro la vicepresidente dell'Emilia Romagna in copertina sull’Espresso.

Fase 3: Fiano, solidarietà a Castelli. Ingiurie sessiste inaccettabili

  • 20/07/2020

“Qualsiasi siano le divergenze di opinione da parte di chi volete verso un governo, le ingiurie sessiste sono inaccettabili. Punto. Solidarietà a Castelli. Noi siamo per le idee, le violenze verbali, le offese, le ingiurie, stanno da un’altra parte”.

Così Emanuele Fiano, della Presidenza del Gruppo Pd alla Camera, su Twitter.

Regionali: Pd, Berlusconi rivela concezione retrograda della destra su donne

  • 23/01/2020

“C’era bisogno dell’entrata in scena di Silvio Berlusconi per dimostrare una volta di più il vero volto della destra rispetto alle donne: retrogrado e sessista. Quindi Jole Santelli può essere presentata come 'quella che non me l’ha mai data', magari con il sorrisetto sulle labbra. Non è solo volgarità, ma la rivelazione di una concezione maschilista che vede le donne solo come oggetti. Concezione di cui le donne di quello schieramento sono le prime vittime. Del tutto inutile attribuire ruoli e cariche se poi la loro considerazione è così tristemente becera”.

Sessismo: Rotta, ritirare Monopoli con ‘papponi’ e prostitute

  • 29/10/2019

“Dopo la maglietta che istiga alla violenza contro le donne, ritirata per fortuna dalla catena dei supermercati Carrefour, adesso è il turno del gioco da tavola per ‘papponi’ e prostitute prodotto dalla nota multinazionale Raven. Un Monopoli sessista in cui i giocatori devono interpretate il ruolo di sfruttatori di prostitute, tra escort, giovani promesse e ‘battone di strada’. Con tanto di parcelle, particolarità fisiche e ricavato finale in caso di affari non andati a buon fine, con successiva ‘vendita degli organi’. Se è un modo per farsi pubblicità è spregevole.

Pagine