Elezion: Piero De Luca, La sanità pubblica va rafforzata, non tagliata. Proposta Lega scriteriata

  • 27/08/2022

Dichiarazione on. Piero De Luca, deputato Pd

“La sanità pubblica è un bene prezioso e per questo dobbiamo tutelarla e migliorarla. Purtroppo la destra ha un'idea diversa, visto che la Lega ci fa sapere che “si può finanziare lo sport facendo tagli alla sanità”.

Lo ha dichiarato sui canali social l’on. Piero De Luca che ha aggiunto:

Elezioni: P. De Luca, revisione Pnrr è attacco al Sud, destra cala maschera

  • 26/08/2022

“Con il passare dei giorni iniziano a cadere le maschere, e ad emergere le vere intenzioni degli schieramenti in campo, e la destra si dimostra per quello che è: una coalizione pericolosa per il rilancio dell’Italia e in particolare del Sud. Non solo ha votato contro la risoluzione del Next Generation EU e del Pnrr, fondamentale per l’Italia, ma adesso in campagna elettorale sostengono che quel Piano vada addirittura cestinato e riscritto da zero.

Elezioni: Piero De Luca, Con la destra il Pnrr è a rischio

  • 25/08/2022

"Con un governo di destra il Pnrr rischia di saltare. Fratelli d'Italia non ha mai votato a favore, né in Italia, né in Europa. Con Forza Italia e Lega, nel 2020, ha votato contro la risoluzione che dava mandato al governo di negoziare il Next Generation. Come se non bastasse nel loro programma, nel delirio demagogico, c'è scritto di riscrivere il Pnrr. Fanno propaganda: una cosa è rimodulare alcuni progetti specifici in relazione ai costi delle materie prime e dell'energia, un'altra è quello che è scritto nel loro programma, ovvero rinegoziare il Pnrr.

Elezioni: De Luca, la destra vuole cestinare il Pnrr, noi vogliamo accelerarlo

  • 17/08/2022

“La risposta del senatore Bagnai, al netto del raffinato lessico utilizzato, conferma le nostre preoccupazioni, derivanti peraltro dalla semplice lettura del loro programma. Capisco che sia difficile proporsi al Paese dopo aver votato contro il Pnrr in Italia e al fianco di una destra che non ha mai sostenuto il Next Generation EU e non ha neppure approvato il Regolamento UE 221/241, di cui Bagnai stesso si dice sostenitore e profondo conoscitore.

Elezioni: Rotta, tra poco Meloni più europeista Macron ma fino a ieri no euro

  • 11/08/2022

"Tra poco la Meloni diventerà più europeista di Macron e Draghi, ma il passato non si cancella nonostante il maquillage ideologico. FdI è il partito che ha votato contro o si è astenuto sul PNRR, che ha fatto la guerra all'integrazione europea e che ha proposto l'uscita dell'Italia dall'euro. Capisco la frenesia di accreditarsi presso le cancellerie internazionali ma i fatti, le parole, i voti, le iniziative restano agli atti e parlano chiaro. E la Meloni fino a poco tempo fa era quella che voleva far saltare la UE, mettendo a rischio conti, risparmi e il futuro degli italiani.

Pnrr: P. De Luca, Meloni contraria, la verità fa male

  • 11/08/2022

 La verità sul Pnrr fa male alla leader di Fdi Giorgia Meloni, che nasconde la realtà, impegnata in queste ore a costruirsi un'immagine accettabile per l'Europa. Nonostante i tentativi maldestri di camuffare la propria azione politica, i fatti sono chiari e superano tutte le chiacchiere. Il 15 luglio 2020 tutto il centrodestra ha votato contro la Risoluzione a prima firma Delrio, in cui si dava mandato al Governo di negoziare a Bruxelles l'adozione del Next Generation EU e del relativo Piano di Ripresa.

Elezioni: Fiano, Meloni spieghi agli italiani sue affermazioni su Pnrr. Se favorevole perché non lo ha votato?

  • 11/08/2022

“15 Luglio 2020. In Parlamento si votava la risoluzione Delrio con la quale si dava mandato al Governo di negoziare l'adozione del Next Generation EU e del relativo Piano di Ripresa. Tutta la destra centro voto compattamente contro. Il 13 ottobre 2020, il Senato approvò la relazione delle commissioni riunite 5° e 14° che avallava le linee guida presentate dal governo per la definizione del Pnrr. Tutti i partiti del Centrodestra, si astennero dal voto sulla risoluzione di maggioranza.

Pnrr: Serracchiani, E' Meloni che vuole nascondere verità

  • 11/08/2022

"Comprensibile il tentativo della destra di accreditarsi come forza che non mette a rischio l'economia del Paese ma le falsità non sono accettabili. Le forze della destra votarono contro, alla Camera, il 15 luglio 2020 la risoluzione Delrio in cui si dava mandato al governo di negoziare l'adozione del NgEu e del relativo piano di ripresa, quello che avrebbe consentito all'Italia di ottenere 200 miliardi di risorse. Questa è la verità, anche se Giorgia Meloni vuole nasconderla.

Pagine