Ucraina: P. De Luca, serve risposta forte dell'Europa

  • 21/02/2022

"La decisione russa di riconoscere l'indipendenza delle regioni separatiste del Donbass è molto grave. Il Parlamento italiano condanni in maniera compatta questa scelta e chieda una risposta forte dell'UE contro questa inaccettabile violazione dell'integrità territoriale Ucraina". Lo scrive su Twitter Piero De Luca, vicecapogruppo del PD alla Camera.

Ucraina: Borghi, grave annessione Donbass, convocare subito Parlamento

  • 21/02/2022

“Molto grave l’annessione del Donbass annunciata da Putin. La storia dell’Europa è costellata da milioni di morti creati ogni volta che qualcuno ha pensato di cambiare i confini per via militare. Lo Stato di diritto non è un optional, è il futuro. Si convochi subito il Parlamento”.

Lo scrive sul suo profilo Twitter il deputato dem Enrico Borghi, responsabile nazionale Sicurezza del PD.

Ucraina: Fiano, serve immediata condanna del Parlamento su scelta di Putin

  • 21/02/2022

“Deve arrivare immediata, netta e forte una condanna unanime del Parlamento alla grave e pericolosa scelta di Putin di riconoscere l’indipendenza del Donbass. Non c’è un minuto da perdere per chiarire il nostro ripudio più forte verso questo odioso modo di trattare i territori, i confini e, quindi, di mettere in pericolo la pace e far crescere ancora di più la spirale che può portare a un conflitto. Per questo abbiamo appena chiesto una convocazione straordinaria del Parlamento tramite la nostra capogruppo Debora Serracchiani in aula”.

Ucraina: Morassut, felice che il PD scenda in piazza per dire no alla guerra

  • 16/02/2022

“Felice che il Partito Democratico, con la comunità di Sant’Egidio, siano domani in piazza dei Santi Apostoli per dar voce alla volontà di pace e di sostegno agli sforzi delle diplomazie contro i venti di guerra contro l’Ucraina. La voce dei popoli europei per la pace conti più delle armi”. Lo scrive su Twitter il vicepresidente del gruppo Pd alla Camera, Roberto Morassut.

Tags: 

Ucraina: Morassut: Pd lanci una grande manifestazione per dire no alla guerra

  • 14/02/2022

“No alla guerra! Il Pd lanci una grande manifestazione nazionale contro il rischio di guerra. Si apra una trattativa che deve vedere l’Europa protagonista, sostenuta da una mobilitazione di popolo e di giovani. Non lasciamo solo alla diplomozia il compito di scongiurare il rischio di una guerra ma diamo voce alle ansie e alla voglia di pace di milioni di europei. Ritroviamoci in piazza per dire no alla guerra”.

Lo dichiara Roberto Morassut, vicepresidente del gruppo Pd alla Camera e membro della direzione nazionale dem.

Ucraina: P. De Luca, diplomazia e dialogo strada da seguire

  • 13/02/2022

“I segnali che arrivano dal confine ucraino sono preoccupanti. Diplomazia e dialogo sono la strada da seguire per risolvere questa crisi in modo pacifico, affermando il rispetto dell'integrità territoriale e della sovranità Ucraina ed evitando un conflitto che sarebbe drammatico”. Lo scrive su Twitter il deputato dem Piero De Luca, vicecapogruppo Pd alla Camera.

Tags: 

Quirinale: P. De Luca, dialogo resti aperto su profilo di unità, autorevole e atlantista

  • 25/01/2022

“È importante tenere aperto il dialogo e il confronto tra le forze politiche, per individuare insieme una figura di garanzia e per assicurare al tempo stesso stabilità al Paese. In questo contesto, l’invito rivolto al centrodestra è quello di ragionare su un profilo autorevole, di unità e coesione nazionale. Requisito fondamentale per noi è che questa personalità abbia una chiara ispirazione europeista e atlantista, considerato quanto sta accadendo ai confini dell'Europa tra Russia e Ucraina”.

Esteri: Fassino, soluzione negoziata per la crisi ucraina

  • 12/05/2021

Agire con determinazione per dare soluzione alla crisi ucraina agendo per una de-escalation militare, rilanciando l’attuazione degli accordi di Minsk e promuovendo un percorso di negoziati con il duplice obiettivo di riaffermare integrità territoriale e sovranità dell’Ucraina e la garanzia di rispetto della identità di tutte le comunità che vivono in Ucraina”.

Pagine