Istat: Fregolent, aumento disoccupazione vero conto che italiani pagano

  • 30/11/2018

“Abbiamo un problema. Dopo anni di continua diminuzione, la disoccupazione riprende a crescere. Un'inversione di rotta e un cambiamento che preoccupano. Questo è il vero conto che gli italiani (il popolo) stanno pagando per gli errori del governo Lega-5stelle”.

Così la capogruppo dem in commissione Finanze Silvia Fregolent.

Istat: Rotta, calo fiducia è richiesta che l’esecutivo si fermi

  • 27/11/2018

“Dopo quasi sei mesi dall’insediamento del governo gialloverde si registra ancora una diminuzione della fiducia delle imprese, la quinta consecutiva. Una dimostrazione plastica di come l’azione di governo stia preoccupando non solo l’Europa, ma il sistema produttivo italiano”.

Lo dichiara Alessia Rotta, vicepresidente vicaria dei deputati del Partito Democratico, commentando i dati dell’Istat

Istat: Fregolent oggi altro dato del cambiamento in peggio

  • 27/11/2018

“Un altro segno del cambiamento che il governo Lega-5 stelle porta avanti con assoluta determinazione: crolla la fiducia dei consumatori e delle imprese. Per queste,  siamo al quinto calo consecutivo. Un motivo in più per cambiare rotta e riscrivere la manovra, gli italiani  stanno pagando a caro prezzo la permanente propaganda elettorale di Salvini e Di Maio”.  Lo dichiara la capogruppo del  Pd in commissione Finanze alla Camera Silvia Fregolent.

Istat: Gribaudo, il governo affonda le imprese

  • 12/11/2018

“L’Istat lo dice chiaro e tondo: la manovra comporta un aumento della pressione fiscale del 2,1% su un terzo delle imprese italiane, colpendo soprattutto quelle sotto i 10 dipendenti, artigiani e commercianti. Intanto la produzione industriale del terzo trimestre è in calo, la sfiducia e i provvedimenti dannosi di M5s e Lega ci hanno messo su un piano inclinato che porta a nuova recessione, e non c’è niente in bilancio per invertire questa tendenza. Il governo affonda le imprese e il sistema Paese”.

Industria: Benamati, incertezze governo fanno arretrare crescita

  • 12/09/2018

“Il sensibile calo della produzione industriale registrato dall’Istat nel mese di luglio è un preoccupante campanello d’allarme per la nostra economia. Le incertezze dell’iniziativa del governo sugli indirizzi per sostenere lo sviluppo e l'impresa, che abbiamo più volte indicate, non promettevano un esito diverso. Incertezze che, per altro, stanno già pesando sulle tasche dei cittadini con uno spread a più di 100 punti al di sopra della situazione lasciata dal precedente governo, che si traduce in maggiori costi per tutti gli italiani.

Pagine