Governo: Delrio, È crisi politica, Conte subito in Parlamento

  • 03/06/2019

“Le parole di Conte hanno aperto ufficialmente la crisi di Governo. I continui litigi, le prevaricazioni e i distinguo tra Lega e M5s non consentono più al presidente del consiglio di svolgere la sua azione di guida del governo, semmai l’abbia svolta. È lui stesso a averlo detto oggi con molta chiarezza rivolgendosi a Salvini e Di Maio e mettendo sul tavolo le sue dimissioni: il fallimento e’ certificato da coloro che lo hanno provocato.

Parlamento: Borghi, intervista Fantinati molto grave, Fico difenda prerogative

  • 29/04/2019

“Vi è l’urgente necessità che il presidente della Camera, Roberto Fico, esca dal suo silenzio da Sibilla Cumana e prenda una posizione netta contro la diffusione di dichiarazioni lesive della Camera dei deputati. L’intervista pubblicata oggi dal quotidiano ‘Il Messaggero’ al sottosegretario alla Pubblica amministrazione, Mattia Fantinati, suscita un commento a metà strada fra il senso di gravità e una ironica ilarità. E’ inaccettabile che vi possa essere un’iniziativa del governo che interferisca sulle prerogative del Parlamento. Prerogative che sono materia esclusiva di quest’Aula.

Tags: 

Libia: Delrio, Conte venga a riferire in Parlamento

  • 05/04/2019

"Chiediamo al presidente del Consiglio di venire in Parlamento a riferire sulla grave situazione in corso in Libia. Nonostante l’evidente nulla di fatto della conferenza di Palermo del novembre scorso, il presidente del Consiglio aveva assicurato che il 2019 sarebbe stato l’anno della svolta per la Libia mentre siamo già dentro una nuova guerra civile libica".

Lo ha dichiarato il capogruppo democratico alla Camera Graziano Delrio.

Camera: Ungaro, da M5s azioni irresponsabili perché impauriti

  • 14/02/2019

“Una maggioranza divisa su ogni tema in agenda e ormai anche impaurita per quegli equilibri interni saltati che minacciano la stessa tenuta del governo, arriva a gesti che nulla hanno a che fare con il decoro di un’Aula istituzionale. Il comportamento indecente del deputato M5s, Giuseppe D’Ambrosio, per giunta avvenuto in occasione di un dibattito particolarmente rilevante sulla riforma della Costituzione repubblicana, non è soltanto indice di uno scadimento di quel senso dello Stato già ampiamente registrato, è il segnale inequivocabile che M5s sta perdendo la testa.

Afghanistan: Quartapelle, Trenta in Parlamento per chiarire su ritiro

  • 28/01/2019

Surreale e irresponsabile apprendere notizia attraverso indiscrezioni e smentite

“E’ surreale il ritiro dei militare italiani dall’Afghanistan venga appreso attraverso indiscrezioni e smentite del ministro degli Esteri e del partner di governo dei 5 Stelle”. Lo dichiara Lia Quartapelle, capogruppo Pd in Commissioni Esteri alla Camera, a proposito della notizia secondo cui il ministro Trenta avrebbe dato al Coi disposizioni circa il ritiro del contingente italiano in Afghanistan.

Banca Carige: Mancini, su vicenda governo informi il parlamento

  • 07/01/2019

“Abbiamo chiesto già nei giorni scorsi la convocazione della Commissione Finanze della Camera per un’informativa urgente del Governo sulla vicenda del commissariamento da parte della BCE di Banca Carige. Le notizie e le indiscrezioni di queste ore, e in particolare quelle di un possibile Consiglio dei Ministri in serata, rendono necessario che il Governo informi al più presto il Parlamento”.

Lo dichiara in una nota Claudio Mancini, Segretario della Commissione Finanze alla Camera e Deputato del Partito Democratico.

Manovra: Borghi, Fico-Castellati vigilino per evitare blitz

  • 21/12/2018

“E’ bene che si sappia esattamente che cosa sta accadendo e cosa è in gioco: in questo momento in Parlamento non è depositata nessuna legge di Bilancio. Noi non abbiamo in mano un pezzo di carta che attesti quello che il governo stia realmente facendo”. Lo dichiara Enrico Borghi, della presidenza del gruppo Pd alla Camera, in un video su Facebook.

Manovra: Marco Di Maio, con no a discussione Parlamento massacrato

  • 21/12/2018

“Tengono in ostaggio il Senato sulla Manovra. Alla Camera non ci daranno il tempo di esaminare nemmeno un comma. Poi fissano il termine per emendamenti a riforma sulla democrazia diretta per venerdì 28 dicembre. Così Lega e M5s massacrano la democrazia parlamentare”. Lo scrive su Twitter Marco Di Maio, deputato del Partito democratico.

Manovra: Delrio, ancora in alto mare Governo prende in giro il Parlamento

  • 18/12/2018

“Siamo alla totale mancanza di rispetto del Parlamento: non era mai accaduto che al 18 dicembre il governo non avesse ancora presentato il testo della manovra”.

Così il capogruppo democratico alla Camera, Graziano Delrio che sottolinea: “quella approvata alla Camera e che oggi è all’esame del Senato non è la manovra definitiva perché il governo sta ancora in alto mare. L’unica cosa certa è che le misure finora presentate non produrranno crescita né tantomeno lavoro”.

Pagine