Giustizia: Bazoli, al lavoro per ridurre i tempi del processo penale

  • 30/09/2020

Con l'audizione dei rappresentanti dell’Associazione nazionale magistrati (Anm), la commissione giustizia della Camera ha iniziato oggi l'istruttoria sulla riforma del processo penale. È cominciato così un percorso ambizioso, con il quale ci proponiamo di affrontare alcuni nodi del funzionamento del processo con l'obiettivo di garantire una maggiore efficienza, nel pieno rispetto delle garanzie degli imputati.

Giustizia: Bazoli, preoccupazione per rincorsa populismo giudiziario

  • 01/08/2019

“Leggo con preoccupazione le polemiche interne al governo sulle ipotesi di riforma del processo penale. Un conflitto tutto giocato sulla rincorsa dei temi cari al populismo giudiziario più sfrenato, dall’abolizione degli arresti domiciliari in favore del carcere proposta dal ministro, fino all’azzeramento dei benefici carcerari ipotizzato da Salvini. Una rincorsa pericolosa, che in nome del giustizialismo e del securitarismo rischia di pregiudicare diritti, garanzie e libertà di tutti i cittadini.

Ddl anticorruzione: Bazoli, da governo blitz di gravità inaudita

  • 31/10/2018

“Nella seduta di commissione giustizia di oggi è stato presentato l'emendamento che riforma radicalmente la prescrizione, allungando a dismisura la durata dei processi. A fronte delle nostre osservazioni sul fatto che di prescrizione, nell'iter legislativo dell'anticorruzione, non si è mai parlato, né si è mai approfondito l'argomento come sarebbe ovvio data la delicatezza del tema, ci è stato risposto che l'argomento è nel contratto di governo, e che il tema è noto. Questo è il rispetto dei lavori parlamentari, e delle opposizioni, della maggioranza lega m5s.

Riforma processo penale, Bergonzi: Risposta seria alle esigenze delle persone

  • 19/06/2017

“Ho votato con grande convinzione - dichiara l’onorevole Marco Bergonzi (Pd) - la legge che modifica il codice penale e il codice di procedura penale, perchè inasprisce le pene per reati come le rapine e i furti in abitazione, rende meno facili le scarcerazioni, assicura la certezza della pena e allunga i tempi di prescrizione per tanti reati di allarme sociale”.