Scuola: Pd a Valditara, stop propaganda e rispetti autonomia

  • 17/04/2024

In aula alla Camera uno show xenofobo senza precedenti da parte della Lega. Il ministro Valditara spalleggiato dal deputato Rossano Sasso ha ‘usato’ il question time di oggi per attaccare il Partito democratico che chiedeva di conoscere, nel merito, le nuove norme sul calendario scolastico annunciate da Valditara. “Il rischio - ha sottolineato nel corso della discussione la deputata democratica Ouidad Bakkali - è che questo intervento, figlio più della propaganda che della necessità, vada a compromettere l’autonomia scolastica degli istituti”.

Scuola: Pd, domani Valditara spieghi in Aula norme su chiusure per festività

  • 16/04/2024

“Il ministro Valditara spieghi in Aula come intenda avviare un provvedimento normativo che disciplini il calendario scolastico senza limitare e ledere il principio costituzionale dell'autonomia scolastica. Nel corso del Cdm dello scorso 9 aprile, infatti il ministro dell’Istruzione avrebbe sollevato il tema della ‘chiusura delle scuole per festività non riconosciute dallo Stato’, anche in seguito alla decisione unanime del consiglio di istituto comprensivo Iqbal Masih di Pioltello di una giornata di chiusura in occasione della festa di fine Ramadan.

Scuola: Pd, Valditara perde tempo in crociate inesistenti, lavori su reali problemi

  • 10/04/2024

“Valditara combatte una crociata che non esiste, se non nella sua mente. I problemi della scuola sono altri non certo le festività religiose. Invece di perdere il suo tempo in proposte ideologiche e senza senso pensi a come risolvere il sovraffollamento delle classi, l’alta dispersione scolastica, l’inclusione e la carenza di professori. Questi sono i temi a cui le famiglie chiedono risposte”.  Così la deputata democratica Ouidad Bakkali, commenta l’informativa al Cdm di Valditara sulla chiusura delle scuole per festività non riconosciute dallo Stato.

Ricerca: Scotto, su materie Stem calendarizzare Pdl Di Biase

  • 05/04/2024

“Giorgia Meloni apre alla necessità di investire sulle materie Stem. Significa innanzitutto superare la disparità tra generi sulle materie tecnico-scientifiche e investire sul futuro delle giovani generazioni. Ci vuole un passo in avanti deciso per evitare di restare tagliati fuori dal resto dell’Europa. Siamo disponibili al confronto ma facciamo presente che da tempo chiediamo la calendarizzazione della proposta di legge firmata da Michela Di Biase. Sarebbe ora che il Parlamento ne inizi a discutere e anche la destra favorisca un iter parlamentare veloce su questa iniziativa”.

Stem: Di Biase a Meloni, approviamo mia pdl ferma alla Camera

  • 05/04/2024

"Apprendo che anche la presidente Meloni ha sollevato la necessità di investire sullo studio delle materie Stem: è una buona notizia. C'è una mia proposta di legge ferma alla Camera dei Deputati da molti mesi che insiste proprio su questo tema e sull'importanza dello studio delle discipline Stem, soprattutto il divario tra donne e uomini nel numero di laureati in queste materie. Spero che questa apertura consenta di arrivare presto a una calendarizzazione della proposta di legge: il nostro Paese deve investire sulle nuove competenze che stanno ridisegnando il mondo del lavoro.

Scuola: Bakkali, Valditara si fermi. Cosa intende per ‘stranieri’?

  • 30/03/2024

“Valditara, ci risiamo! Ancora una volta ci da la prova che non conosce le scuole italiane, che usa un linguaggio per definire bambine e bambini con background migratorio che confonde e allontana dalla realtà. Immagina, insieme ad un altro noto pedagogista, Salvini, tetti percentuali per mantenere la maggioranza ‘italiana’ nelle classi e nelle scuole come dice lui. Per insegnare l’arte e la cultura e la musica ‘italiana’. Ma fermiamoci un attimo! Ministro, ha letto due numeri? Cosa intende per studenti stranieri? Ha analizzato la situazione dentro le scuole?

Boldrini, La scuola-ghetto di Valditara è insensata e impraticabile

  • 29/03/2024

"Pensare ad un numero massimo di bambine e bambini stranieri nelle classi è un'idea che ci rimanda indietro di almeno cinquant'anni, a una scuola-ghetto inconcepibile, oltre che inapplicabile. Cosa pensa di fare, il ministro Valditara, nel caso in cui ci fossero cinque bambini italiani e 15 stranieri? Non facciamo la classe? Questi bambini non li mandiamo a scuola? Ammesso che ci sia un problema linguistico, si prevedano ore extra di supporto linguistico. La proposta del ministro Valditara  è davvero fuori dal mondo.

Pagine