Istat. Fregolent, riforme danno frutti, la crisi è alle nostre spalle

  • 01/06/2017

“Dopo di dati positivi sull’occupazione di ieri, oggi l’Istituto di statistica ha reso noti che il prodotto interno lordo segna un balzo del +1,2% su base annua portando la crescita acquisita del Pil per il 2017 già allo 0,9%; e anche il dato riferito al primo trimestre è ben superiore alle stime preliminari segnando il più forte rialzo dal quarto trimestre del 2010. Sono cifre che non temono smentita. Famiglie e imprese possono mettersi alle spalle gli anni duri della crisi e tornare a guardare al futuro con maggiore serenità.

Pil, Covello, “balzo in avanti frutto riforme di questi anni”

  • 01/06/2017

“Con la revisione al rialzo della crescita del Pil fornita dall’Istat, il dato tendenziale fa un vero e proprio balzo in avanti: +0,4% nel primo trimestre del 2017, con un +1,2% su base annua. Si tratta della crescita più alta dal 2010. Se poi al dato di oggi sulla crescita aggiungiamo le cifre record fornite ieri sempre dall’Istat sull’occupazione, ci troviamo di fronte ad importanti conferme sull’andamento positivo del Sistema Italia.

Istat: Fregolent, i dati confermano: le riforme fanno bene al Paese

  • 02/05/2017

“L’indice Pmi per il settore manifatturiero al top dal 2011; il dato dei 213mila occupati in più in un anno; la continua discesa della disoccupazione giovanile ai minimi da cinque anni, sono importanti motivi di fiducia per la nostra economia e per una ripresa che può diventare più consistente grazie all’azione riformatrice portata avanti dal governo e dal Pd negli ultimi anni.

Bankitalia: Di Maio, “dati debito ed entrate, premiano politiche riformiste”

  • 14/04/2017

“Le buone notizie contenute nel bollettino diffuso oggi dalla Banca d’Italia ci segnalano due aspetti economici molto importanti sullo stato del nostro ‘Sistema Paese’. La discesa del debito pubblico (che sfiora gli undici miliardi di euro tra gennaio e febbraio) e l’aumento delle entrate (+28 miliardi a febbraio rispetto allo stesso mese del 2016) ci confermano, infatti, la positiva direzione di marcia intrapresa dai conti pubblici italiani.

Bankitalia: Fregolent, ripresa del Paese dimostrata con i fatti

  • 14/04/2017

“Il Paese è in ripresa e lo dimostra con i fatti. Mentre c’è chi rema contro le riforme e tifa perché si apra una procedura europea per la violazione della regola di riduzione del debito, arrivano i dati positivi di Bankitalia che registra a febbraio una netta riduzione del debito, pari a 10,7 miliardi in un mese, e un aumento delle entrate tributarie di 28 miliardi”.
- così Silvia Fregolent, vicepresidente dei deputati del Partito Democratico, commentando i dati diffusi oggi dalla Banca d’Italia nel rapporto “Finanza pubblica, fabbisogno e debito” -

Istat. Fregolent, dati positivi grazie a riforme, ora consolidare ripresa

  • 03/04/2017

“I numeri non sono opinioni; e i dati resi noti oggi dall’Istat, seppur provvisori, parlano di 83mila disoccupati in meno a febbraio rispetto il mese precedente e di un tasso di disoccupazione sceso all'11,5 per cento. Questi sono risultati raggiunti grazie alle riforme che governo e Parlamento hanno messo in campo nonostante i tanti ‘signor no a prescindere’ che si oppongono sempre, e solo, per motivi ideologici. Il Pd prosegue il lavoro in Parlamento per rendere questi dati stabili e consolidare la ripresa”.

Lavoro: Fregolent, da Istat ancora conferme su bontà riforme

  • 10/03/2017

“Numero di occupati al massimo dal 2009, tasso di disoccupazione più basso dal 2013, consistente riduzione del numero degli inattivi. Basterebbero queste tre informazioni per esprimere un giudizio serio, non polemico o strumentale, sulle politiche riformatrici volute e avviate dal Pd. Inoltre, dice l’Istat, l’aumento degli occupati coinvolge finalmente oltre agli over 50 anche i giovani tra i 15 e i 34 anni.

Pil: Fregolent, l’Italia cresce, le nostre riforme danno speranza

  • 03/03/2017

“L’Italia è ormai fuori dal tunnel e la sua economia cresce con sempre maggior robustezza. Al dato del +1% di crescita annua del Pil, diffuso oggi, va aggiunto il +0,3% già acquisito per il 2017. Del resto, la conferma che non ci troviamo più dinanzi solo a dati opinabili o non univoci giunge dalle stesse parole del presidente dell’Istat: ‘La ripresa c’è, la crescita del Pil nel 2016 è la più alta dal 2010’. In particolare, l’industria manifatturiera è cresciuta nell’ultimo biennio di circa il 5%, un risultato migliore delle principali economie dell’eurozona.

Tags: 

Pagine